lunedì 31 ottobre 2016

Superman Vol 4 #8 e #9

In questa affascinante mini avventura sulla Dinosaur Island, sembra di essere tornati indietro nella Silver Age, quando Superman si spostava nello spazio e nel tempo con molta più facilità di quanto accaduto da Crisis ad oggi.
Oltre all'avventura non manca il mistero, dove e quando si trova questa isola? Perché ci sono resti di mezzi della seconda guerra mondiale? Un mistero al quale non viene data una spiegazione ma chi conosce le vecchie storie, qualcosa può dedurla.
Questo bel racconto è inoltre condito dalle splendide matite di Doug Mahnke, all'apice della sua bravura.

EDIT 20/05/17:
mi chiedo se verrà mai ripreso ciò che si vede nell'ultima tavola, non credo faccia parte del mistero che sta venendo fuori negli ultimi numeri, riguardo gli abitanti di Hamilton County.

domenica 30 ottobre 2016

Justice League Vol 3 #6 e #7

Dopo la delusione per la conclusione del primo story arc, questo breve in due parti letto su Justice League #6 e #7 ha risollevato il livello della serie, anche se si è concluso troppo in fretta, dopo aver creato un bel hype nella conclusione della prima parte.

La parte più interessante è stata quella riguardante l'appuntamento tra Barry e Jess, non mi dispiace affatto come nuova storia per il Velocista Scarlatto, sicuramente meglio di quella breve con quella cessa di Meena, nella sua serie regolare.
Anche se è stato caratterizzato diversamente sulle due serie, in quella in assolo è un rincoglionito del flirt, in questa invece flirta alla grande. Mah...

sabato 29 ottobre 2016

Ho appena commentato sul forum di Comics Views (Aquaman Vol 8 #7; The Flash Vol 5 #7; Titans Vol 3 #3)

Topic: DC Universe Rebirth

Altro bel numero Aquaman #7 in cui viene svelato chi sta incastrando gli atlantidei e mi domando come non ci sia arrivato fin da subito.
Mera mi piace sempre di più, questa volta decide di abbracciare le tradizioni reali, seppure futili da parte del futuro marito, solo per aiutarlo a farsi accettare da chi non abbraccia appieno il fatto che sia mezzo sangue.
Ho apprezzato anche Reagan Irving, la biondina dell'FBI, del tutto nuova per me. Pare abbia una cotta per Arthur e quasi mi dispiace che lui stia per sposarsi. Il detto "il mare è pieno di pesci" calza per lui più che per chiunque altro, magari aspetterei a fargli mettere la palla al piede.

Dopo un numero abbastanza interessante, ma solo per via della rivelazione sull'identità di Godspeed, con Flash #7 si torna alla brutturia a cui mi aveva abituato la serie. Questo primo story arc sta durando troppo e non ne posso più!
Meno male che col prossimo si chiude.
Il nuovo Kid Flash è veramente odioso, fatelo morire al più presto!

Titans #3 come al solito la parte più interessante è quella legate a Wally, tanto che inizio a credere che una serie in assolo sarebbe stata di gran lunga migliore.
I membri mi sono tutti simpatici e qualche vicenda sembra anche interessante, come Attenzione Spoiler: Roy innamorato di Donna, altre del tutto inutili, come quell'ex membro e la moglie dei quali non so assolutamente nulla. Comunque sia stanno rallentando troppo quella che mi interessa di più: l'ex Kid Flash e Linda!
L'altra parte interessante è quella legata a Rebirth, col misterioso nemico di cui sa solo Wally, che procede ancora più lenta. Per ora Kadabra ha solo tirato fuori un orologio da taschino sporco di una goccia di sangue.

domenica 23 ottobre 2016

Action Comcis #963 e #964; Superman Vol 4 #7

Nelle due parti in cui doveva essere svelato chi è il misterioso Clark Kent spuntato dal nulla, con Action Comics #963 e #964 non ci viene svelato proprio nulla, il personaggio ribadisce quello che aveva detto a sprazzi e bocconi durante la battaglia contro Doomsday e la sua teoria viene anche confermata da un aggeggio alieno dell'Azzurrone. Unica pecca che il Globo della Rivelazione svela solo i più sinceri ricordi, se questi siano veri o meno, non è dato saperlo.
Comunque l'idea di avere i due alter ego come due personaggi distinti (alla fine il vecchio Superman non può più usare la sua vecchia identità segreta) non mi dispiace affatto e mi va bene che per ora le cose procederanno invariate.
Oltre a non avere una risposta concreta, viene aggiunta un'altra questione: chi è l'uomo biondo barbuto col cappello?
Jurgens per quanto mi riguarda si conferma la migliore scelta per l'Uomo d'Acciaio, indubbiamente sa come suscitare forte interesse nel lettore, ancor di più se lettore di vecchia data.
Invece Patrick Zicher ai disegni non mi è piaciuto granché.
Note:

  • Non ho capito perché Supes tema per l'incolumità di Lois e il figlio se dice a questo Clark la verità a suo riguardo, ovvero che lui è Clark Kent, alla fine in questo mondo loro sono gli Smith.
  • Mi è piaciuto molto rivedere il tunnel che dalla fattoria arriva lontano un miglio, sbucando nel bosco, proprio come quello che usava Superboy nella Silver Age.

Nell'altra testata, Superman #7Tomasi ci regala una tranquilla giornata alla fiera del paese, credo con tutto lo stupore di Lois, di Jon e di tutti i lettori. Senza un'emergenza globale che solitamente costringe Clark ad assentarsi o un super villain che interrompe la festa. Solo un minuscolo imprevisto che allontana il supereroe per qualche minuto.
Anche qui i disegni non è che mi siano piaciuti molto, fortunatamente Jorge Jimenez era solo ospite.

sabato 22 ottobre 2016

New Super-Man #3; Trinity Vol 2 #1

New Super-Man #3 inizia provocandomi una tale rabbia verso il protagonista che sarei entrato volentieri nelle pagine del fumetto per prenderlo a schiaffi! Credo sia la prima volta che gli preferisco il Bat-Man di turno...
Però poi la storia si riprende e tutto sommato mi è piaciuta.
Torna il predecessore di Kenan, ovvero l'esperimento che era scappato dal laboratorio del Dr. Omen durante le pagine di Final Days of Superman o almeno credo sia lui, dato che in penombra si vede una barba che non aveva in quella storia. Immagine a destra!

Trinity #1 è stupendo! Manapul ai disegni me lo ricordavo bene e con grandissimo piacere ma qui fa tutto: storia, testi, matite, inchiostri, colori...  a momenti anche il lettering! E fa tutto alla grande!
Poi mi parte con una racconto di genere che amo: una cena in famiglia. Senza pallosissime interruzioni da parte del villain di turno, dall'inizio alla fine si parla e ci si conosce, tranne qualche flashback in unica vignetta. Il dialogo tra tre futuri amici è l'unico protagonista.
A proposito di flashback, divertente quando Clark racconta un aneddoto simpatico riguardo Bruce solo che lui non lo ricorda, probabilmente perché accaduto solo nella vecchia continuity... o forse ha solo fatto lo gnorri per imbarazzo?
Unica cosa che mi ha fatto storcere il naso è l'arrivo di Batman alla fattoria, si butta dal Batplano e nella caduta è avvolto da pipistrelli. Se li è portati da casa per fare scena?

venerdì 21 ottobre 2016

Justice League Vol 3 #3; #4 e #5

Con Justice League #3; #4 e #5 si conclude il primo story arc della serie, un finale frettoloso per un racconto che non lascia nulla.
Inoltre non viene rivelato nulla riguardo questa minaccia, anzi, alla fine si ha solo confusione.
Attenzione Spoiler: Ci sono 3 nemici: le sfere al centro della Terra che causano i terremoti in tutto il mondo e che finito il processo dovrebbero distruggere il pianeta, gli alieni meccanici che attaccano le città chiamati The Purge e 4 giganti magici fatti di persone i quali incarnano vecchie forze mistiche dell'universo chiamati The Kindred. I 3 dovrebbero essere legati ma non viene specificato. Inoltre mentre i primi due stanno per causare la fine del mondo, i terzi vorrebbero concludere la loro canzone per salvarlo, almeno così dicono ma alla fine non si ha né smentita e né conferma.
Aquaman trova dei cristalli zodiacali, ai quali dà retta senza porsi delle domande prima, che cantano anch'essi, grazie ai quali rallenta la detonazione delle sfere al centro della Terra, dando del tempo utile a Superman. Che cosa sono e da dove arrivano?
Chi ha costruito e messo le sfere, più vecchie della razza umana?
Che fine fa l'esercito Cyborg-zombie visto alla fine del quarto numero? Non viene mostrato e le Lanterne ritornano dicendo che hanno concluso la missione. Perché fare questo finale-shock se poi non viene ripreso nel numero successivo?
Perché Cyborg all'improvviso riesce a prendere il controllo di The Purge
?
E sicuramente me ne sfuggono tante altre...
Probabilmente alcune risposte verranno date nei prossimi numeri ma che pessimo modo di gestire un arco narrativo... poteva essere scritto tutto in un paio di albi ed usare i restanti per dare tutte le risposte.

Tony S. Daniel (nn. 3 e 5) davvero sotto tono.
Decisamente meglio invece Jesus Merino (n. 4).

sabato 15 ottobre 2016

Ho appena commentato sul forum di Comics Views (Aquaman Vol 8 #6; The Flash Vol 5 #6)

Topic: DC Universe Rebirth

Come anticipato, ecco Superman come ospite su Aquaman #6, il quale cerca di fermare 'sto casino creato dal governo degli Stati Uniti. Il re di Atlantide non la prende bene e crede che l'Azzurrone sia dalla parte loro ma lui è venuto solo su richiesta, senza schierarsi, a fin di bene per tutti, come sua abitudine.
La scazzottata tra Arthur, Mera e Kal era evitabile, soprattutto da quest'ultimo dato che potrebbe finire tutto sparando una scoreggia e che non è lo scemo versione New 52 che prima mena e poi ragiona, comunque capisco il nervosismo del primo, il quale da numeri sta provando a dire che vuole solo fermare l'imminente guerra, mentre il governo vuole solo tenerlo sotto arresto.
A parte questi particolari la caratterizzazione dei personaggi mi è piaciuta, come i dialoghi. Stessa cosa per i disegni.
Per concludere, due note:

  1. Ancora una volta Dan Abnett gioca su come è visto Aquaman dal mondo, sia quello di noi lettori che quello dei supereroi, ovvero deriso o sottovalutato. La cosa mi diverte sempre.
  2. Procede la sottotrama di Black Manta che prende una svolta interessante.
Con Flash #6 scopriamo l'identità di Godspeed, che non sorprende neanche un po' come non aveva sorpreso quando un paio di numeri fa avevano preso un abbaglio. Credo che nessun lettore ci abbia creduto. Grazie a questa rivelazione l'albo si lascia leggere tutto d'un fiato ma resta comunque una brutta serie.

sabato 8 ottobre 2016

Ho appena commentato sul forum di Comics Views (Batman Vol 3 #6; Detective Comics #940)

Topic: DC Universe Rebirth

Batman #6 è l'epilogo del primo story arc, incentrato su come Gotham Girl stia affrontando il lutto.
Simpatico come sempre Alfred, con l'ennesima battuta, di cui riporto la tavola qui di fianco. Mi piace questo modo in cui viene descritto, serio e pacato ma sempre con la risposta pungente che strappa il sorriso.
Ad ogni modo ancora un albo ben scritto ma ancor di più ben disegnato!
Purtroppo dal prossimo numero inizia il crossover Night of the Monster Men... dico purtroppo perché il bello verrà dopo, con l'inizio di I Am Suicide: Batman dentro una prigione straniera per far evadere un noto criminale che sta dietro a tutto. Prision Break!

Anche questo mese però ho preferito Detective Comics, il #940 è ancora meglio del precedente e da due numeri si è ribaltata la situazione, quando prima preferivo di gran lunga l'altra serie e questa la leggevo a fatica perché verbosa. Sarà un caso che ci sono quasi 7 pagine senza parole (giusto in una delle 7 ci sono 2 balloon striminziti)? Ma non per pigrizia, intendiamoci, sono scene in cui non serve alcuna parola, dove i gesti arricchiscono la narrazione più qualsiasi dialogo o monologo.
Con la settima ed ultima parte, si conclude nel migliore dei modi Rise of the Batmen, con ancora una volta protagonista assoluto Tim. Un racconto che farà scendere la lacrimuccia ai più sensibili.

p.s. mi sono appena accorto di non aver mai letto la prima parte, ovvero Detective Comics #934 e non capisco perché mi sia sfuggito, eppure ho sempre preso tutte le uscite settimanali che mi interessavano da DCU Rebirth in poi.

domenica 2 ottobre 2016

Supergirl Vol 7 #1; Superwoman #2

Supergirl #1 meno peggio di Rebirth, qualche idea carina l'ho trovata, come l'obbligo che il direttore Chase le dà riguardo l'eseguire gli ordini in modo da non essere una minaccia, a differenza del cugino che non ha mai avuto nessuno a controllarlo. D'altronde lei è qui da pochi mesi mentre lui ha avuto anni per imparare.
Ho rivalutato il disegnatore Steve Wands che avevo visto solo dalla locandina. Il suo stile non è tra i miei preferiti ma lo posso digerire.
Ad ogni modo il suo Cybrog Superman è un'emerita schifezza!
Ed ora vediamo dove porterà la trama con Attenzione Spoiler: Argo ancora in vita!

Poco più leggero del precedente questo Superwoman #2 ma tutti quanti parlano/pensano sempre troppo! Credo però di aver trovato la soluzione: ingrandisco al massimo le vignette, prendendone una alla volta in modo da non essere suggestionato psicologicamente dalla tavola pregna di balloon e didascalie, questo mi fa andare un po' più veloce e impiegare un terzo in meno del tempo che comunemente impiego (anche 2 ore per 22 pagine di questo genere).
Considerazioni generali:

  • non sapevo nulla della storia d'amore tra Lana e John Henry nel post-FP e dato che si tratta delle loro versioni di cui non mi importa nulla, ribadisco un grosso chi se ne frega!
  • il personaggio che viene chiamato Kryptonite Man, separato in più parti ma comunque in vita, mi ha ricordato più il Burlone, o almeno la versione anni 2000, quella reduce da una liposuzione che da paffuto omuncolo lo aveva trasformato in uno alto e snello.
  • è sempre un piacere rivedere Maggie Sawyer, anche in questa continuity di merda... se solo tornasse anche Dan "Terrible" Turpin!
  • il personaggio misterioso che viene svelato alla fine mi ha lasciato del tutto indifferente, colpa del bel lavoro fatto prima di FP, sulle pagine di Adventure Comics... la figura che ne fa qui invece è una macchietta da pessima serie TV, una a caso: Smallville!