domenica 19 febbraio 2017

Ho appena commentato su "Te Lo Ricordi Mica..."

Articolo: Il ritorno di Tricky Traps
Commento:
Bene... un'intera infanzia a chiamarlo "tric e trac" (non sono napoletano) e mi accorgo dopo oltre 25 anni che si chiamava Tricky Traps. Eppure quando ci giocavo già sapevo leggere!!!
Va beh che io e mio cuGGino il videogioco Ghouls 'n Ghosts lo chiamavamo "goldun gost". Generazione "lingua inglese, questa sconosciuta"
Che amarezza...

sabato 18 febbraio 2017

Adventure Time (seconda stagione)

Molto carina anche la seconda stagione.
Avventure sempre più strambe ma mai ripetitive.
Se devo proprio trovare un difetto, dovuto unicamente alla mia passione per il genere soap opera, sono le storielle tra Finn e i personaggi femminili che non progrediscono mai. Ok, è un semplice bambino alle prese con le sue prime cottarelle ma ogni tanto gli autori ti ci fanno credere ed invece dopo torna tutto alla normalità, come se nulla fosse.
Aspetti che non amo né nel Superman pre-Crisis e né nell'Archie classico, giusto per citare i primi due che mi vengono in mente.

Come per la precedente stagione ho apprezzato i doppiatori e non potendo fare un paragone con l'originale, non posso trarre un giudizio riguardo l'adattamento dei dialoghi, tuttavia mi è sembrato sempre tutto azzeccato.

venerdì 17 febbraio 2017

Aquaman Vol 8 #16; The Flash Vol 5 #16; Titans Vol 3 #8

La quiete dopo la tempesta. È bello vedere Arthur felice e sereno dopo gli ultimi sacrifici, almeno momentaneamente, con gli atlantidei che aiutano a sistemare le città distrutte.
Da non sottovalutare la confessione di Erika, qui gatta ci cova... Mena potrebbe lasciare il re per paura dell'avverarsi della profezia, dopodiché lui potrebbe iniziare una storia con l'amica d'infanzia. Tutto momentaneo fino a che non faranno tornare di nuovo insieme la coppia storica. Al 99% sono fantasie mie, alla fine il loro dialogo è più per mostrare come sia cambiato il modo di vedere Aquaman da parte di una persona che lo conosce da una vita.
Questo nuovo nemico mi piace. Contrastare l'aquatelepathy dell'uomo che sussurrava ai pesci con una telepatia più classica... vedremo dove porterà.
I disegni di Brad Walker a tratti mi sono piaciuti, in altri un po' meno, delle volte gli vengono fuori dei visi strani.

Per Flash ancora un numero carino, prova che Williamson ci sappia fare più coi Rogues che coi velocisti. Prosegue l'indagine per ritrovare i suoi nemici di vecchia data ed il lato investigativo lo apprezzo sempre. Poi viene svelato qualcosa sul passato di Heatwave (a proposito, questa versione tutta ustionata fa schifo al cazzo, aridatemi il classico!). Infine il bel colpo di scena finale, con Captain Cold un passo davanti gli altri colleghi.
Anche i disegni stanno crescendo, bravo Di Giandomenico.

Per i Titani invece albo sottotono. Sono sicuro che letto di seguito coi successivi è un'altra cosa ma così, uno al mese, fa calare la qualità.
Interessante l'idea della Meta Solutions, a non interessarmi sono i metaumani coinvolti, i due afroamericani di cui non so nulla (lui un ex titano), dove questo mese viene dedicato loro troppo spazio.
Continuo a seguire con interesse l'evolversi della vicenda di Wally ma anche quella tra Roy e Donna.
Il gruppo alla fine lo conosco veramente poco (apparso già in Justice League #8-9 e #10-11), quindi il finale mi ha lasciato del tutto freddo.
Le matite saranno di Booth ma io nei disegni ci ho visto tutto lo stile di Rapmund, che si occupa delle chine.

giovedì 16 febbraio 2017

Superman Vol 4 #14-15-16 - Multiplicity

Prima parte in cui non accade molto ma quel poco è tutto intenso.
Fa strano vedere Clark alla guida ma fa ancora più strano vederlo oscillare la mano fuori dal finestrino, lui che vola a velocità soniche. Momento decisamente divertente.
Non avendo molta familiarità con questo nuovo Multiverso, ho dovuto documentarmi in rete ma comunque se non ci si chiede troppo sui vari personaggi, quel poco che viene menzionato è sufficiente. Comunque per ora si sono visti solo i personaggi, il viaggio ancora deve iniziare.
Non mi è chiaro perché questa Terra venga chiamata New Earth (nome di quella principale nel pre-Flashpoint), anche se poi sulla porta della cella c'è scritto Earth 0, io la conoscevo solo col nome di Prime Earth. Una volta ogni Terra aveva solo un nome...
Bello nel finale vedere tutti quei Superman ingabbiati.
A rendere ancora più bello l'albo, sono le matite di Reis, anche se si occupa solo dei layout.

Bella anche la seconda parte, dove ad uscirne alla grande è sempre lui, il vero Superman, quello che, dal suo ritorno avvenuto grazie a Convergence, forse l'unica nota positiva del crossover, si sta dimostrando superiore a tutte le sue controparti.
Questa volta i disegni sono realizzati a più mani, Sook; Benes; Mann e Jorge Jimenez con un risultato piuttosto buono!

Con la conclusiva terza parte tutto finisce secondo i piani, anche se resta la domanda di chi fosse la minaccia a cui ha fatto riferimento il cattivone Prophecy, tanto potente da privare tutti i Superman dei loro poteri ma non a sufficienza da contrastarli una volta uniti e con le loro doti riacquisite. Una sua fantasia, come dicono i membri della JL Incarnation o qualcosa di vero? Che si tratti dello stesso misterioso Mr. Oz?
Inaspettata, almeno da me, la sorte da Red Racer.
Prophecy nell'ultima tavola l'ho per un attimo scambiato per il Parassita.
L'albo è disegnato da un Daniel davvero sottotono e da Clay Mann, con un risultato inferiore alle due precedenti parti.

mercoledì 15 febbraio 2017

Action Comics #972

Per sbaglio ho cancellato il post che era già programmato da un paio di giorni.
Non ho intenzione di riscriverlo, altrimenti seguirebbero tante bestemmie, quindi vaffanculo! Scrivo le prime cose che mi vengono in mente, senza badare molto alla forma.

Una bella conclusione per uno story arc scritto benissimo da Jurgens.
È sempre bello vedere un Superman che anche senza superpoteri non ha nulla da temere contro nessuno.
Luthor pare sia veramente convinto di voler fare bene. Bei dialoghi tra lui e l'Azzurrone.
Parte importante nel finale, in cui viene mostrata qualche immagine sul futuro, la più interessante è quella di Hank Henshaw come Cyborg Superman, personaggio che era stato lasciato da parte dopo la miniserie Lois And Clark.

martedì 14 febbraio 2017

Aquaman Vol 8 #15; The Flash Vol 5 #15

Si conclude The Deluge e lo fa mantenendosi sugli altissimi livelli dell'intero story arc!
Con tutta i torti subiti e la conseguente rabbia, la lotta con Manta non poteva finire in modo diverso... nonostante ciò non manca il bel colpo di scena!
Obama fa la figura della marionetta, non apre molto la bocca d'innanzi ad Arthur e neanche si scusa per la sua assenza, alla fine tutti i danni li ha fatti quell'imbecille di Granty (il capo dello staff). Inutile dire che preferisco quando nei comics vengono usati presidenti fittizi. Nei prossimi mesi continuerà 'sta storia con Trump o vengono riportati solo presidenti democratici? Clinton negli anni 90 appariva, Bush lo saltarono usandone uno inventato, con Obama si tornò ad usare quello vero.
Bello il discorso composto da stima reciproca tra Aquaman e Superman, fuori dalla Casa Bianca.
I disegni di Briones mi sono piaciuti di nuovo piaciuti, esclusa la fibbia dell'Azzurrone e la sua S, che ha quell'inutile linea  che la percorre, come nel film.

Altro numero carino per Flash. Potrei abituarmici!
Nella seconda parte di Rogues Reloaded si scopre il vero piano di Gelo e gli altri, oserei dire uno specchio per le allodole, anzi per i velocisti. Questo tutto dopo un inizio caciarone che avrei abbreviato in meno pagine, senza dover arrivare ad usare un intero albo per arrivare alla conclusione.
Di Giandomenico non mi è dispiaciuto neanche a 'sta botta.

lunedì 13 febbraio 2017

Detective Comics #948-949 - Batwoman Begins

Prima parte carina, sia il flashback che la parte nel presente, la quale nonostante faccia riferimento al crossover Monster Men, sono riuscita a godermela anche non avendolo letto.
Bei disegni di Ben Oliver, che colora pure, anche se scopiazza un po' troppo J.H. Willimas III, che seguivo con piacere in cartonato nel pre-Flashpoint.

Altro breve flashback all'inizio della seconda parte, in cui viene mostrato anche il cattivo prima di assumere l'identità di Colony Prime.
Bei dialoghi e bei combattimenti.
Questa, insieme ad Aquaman, continuano ad essere le migliori serie Rebirth.
Per i disegni la penso come sopra.

Queste due parti che fanno da prologo alla sua serie, le avrei messe direttamente là, anche se proseguono le trame dei numeri scorsi... e proprio per questo non avrei iniziato una serie tutta sua, dato che DC è già (anche) una sua serie.
Molto interessante questo nuovo personaggio, Colony Prime, anche se alla fine si è dimostrato una mezza sega.
Il Monster Venom mi ha ricordato quella droga che usavano nei primi numeri della serie Steel, che li rendeva bestioni fortissimi ma subito dopo li portava alla morte.

domenica 12 febbraio 2017

Ho appena commentato sul forum di Comics Views (Sons Of Anarchy seconda stagione)

Post nel topic Sons Of Anarchy

Ho divorato anche la seconda stagione che reputo addirittura migliore della prima. Non credo mia sia mai successo con altre serie.
Questa serie sta scalando in fretta la classifica delle mie serie preferite, è un continuo crescere di qualità, episodio dopo episodio.
Quello che ho apprezzato più della prima è stato il cattivo di turno, Zobelle, decisamente migliore del detective Stahl che più che cattivo è stata sia nella prima che nella seconda un'antagonista. Ad ogni modo spero che crepi presto 'sta puttana! Possibilmente nel modo in cui l'ha minacciata Clay, infilandole una pistola in quel culo secco e facendole saltare il cuore.
Mi è dispiaciuto per la morte di Attenzione Spoiler: coglione solitario anche se me l'aspettavo da un momento all'altro avendo letto per sbaglio su imdb il numero di episodi in cui è presente.

Ora sotto con la terza!

sabato 11 febbraio 2017

New Super-Man #7; Trinity Vol 2 #5

Kenan, dopo la solita figura di merda col maestro Miyagi di turno (il vecchietto che pare una pippa e invece di fa il culo) inizia l'allenamento con la speranza di riprendere tutti i poteri.
Nel frattempo il ciccione di Bat-Man torna alla Accademy of the Bat, dove è stato addestrato per diventare il Batman della Cina. La parte dedicata a lui è la più interessante dell'albo perché si gioca il cappuccio con un suo vecchio compagno e rivale che nutre delle riserve per non essere stato scelto.
Disegni di Billy Tan bellissimi, altro che gli altri visti finora!

Col quinto numero di Trinity tutto è più chiaro dato che ci viene rivelato quasi tutto.
Altro bellissimo albo interamente realizzato da Manapul.
Che bello vedere tante versioni di Superman, anche se morte, in poche vignette:

venerdì 10 febbraio 2017

Batman Vol 3 #14-15 - Rooftops

Prima parte dedicata alla non storia d'amore tra Bruce e Selina. Dopo che nello scorso arco narrativo King ci ha deliziati di quel che è stata in passato, con Rooftops riprende da dove ci aveva lasciati, raccontandoci una notte tra i due.
Ovviamente i due non possono avere una tranquilla serata di intimità, c'è sempre qualche criminale che rompe le palle, come da copione per questo genere. Questo però non rovina l'albo dato King continua a far interagire i protagonisti con azzeccatissimi scambi di battute anche durante gli scontri coi cattivi.
Il reparto grafico è affidato tutto a Mitch Gerads che si occupa di matite, inchiostri e colori, con uno stile bello, originale e adatto alla storia.
Nella seconda parte una bella conclusione di una bella storia!
Oltre che la vicenda tra i due innamorati, ci viene svelata e presentata l'identità di chi Attenzione Spoiler: ha veramente commesso tutti quegli omicidi di cui è accusata e ritenuta colpevole Catwoman.
Bruce e Selina ricordano il loro primo incontro, solo che lui ne ricorda uno, quello avvenuto su Batman #1 del 1940 e lei tutt'altro, quello avvenuto su Year One. Ho apprezzato molto l'idea, così nulla viene cancellato/escluso e vengono ripresi momenti del pre-Flashpoint (in culo reboot di merda!). Ce ne fossero di più di queste idee... in passato mi pare ci sia riuscito solo Johns con Superman, prima di Secret Origin.
Per i disegni resto della stessa idea scritta sopra, in più a differenza dell'albo precedente, l'artista per i flashback ha usato uno stile Golden Age con un risultato ottimo!

giovedì 9 febbraio 2017

Superwoman #6; Supergirl Vol 7 #5

Per Superwoman numero decisamente pesantissimo, veramente pregno di parole, ho faticato ad arrivare alla fine e l'ho fatto anche con qualche crisi. Non riesco a decidermi se la noia sia dovuta alla verbosità o ai contenuti. Anche momenti interessanti come i flashback che svelano il passato di Lex e la sorella, sono riusciti ad annoiarmi.
Continua a non piacermi questo Lex meno intelligente di Lena, parliamo del nemico numero uno dell'Azzurrone, nonché la più grande mente criminale di questi tempi e oltre.
Per fortuna i disegni sono sempre ottimi, questo mese con layout di Jimenez e rifiniture di Matt Santorelli.

Ci siamo quasi, questo strazio sta per finire, ancora un numero con Supergirl ed il padre e poi toccherà alla Legione... intanto parlando di questo, che è come i precedenti, mi vengono da dire solamente due cose:
1) spero che i discorsi senza senso di Jor-El, l'unica parte interessante dell'albo (e ho detto tutto) siano dovuti alla kryptonite rossa, perché altrimenti o è scemo lui (quindi totalmente fuori personaggio) o è scemo quello che lo scrive (Orlando).
2) nei numeri scorsi mi ero perso questa chicca, il ginocchio meccanico del Cyborg Superman, ha la rotula a forma di diamante... dopo questa credo di aver visto tutte le possibili parti del corpo dove mettere la sagoma della famosa S.

mercoledì 8 febbraio 2017

Justice League Of America The Atom Rebirth

Ero abbastanza titubante su questo speciale, Atom mi piace ma se parliamo di Ray Palmer, altrimenti del suo "erede" ho interesse quanto per quello di Blue Beetle. Per fortuna ho deciso di sfogliarlo, notando che il protagonista è ancora l'originale.
La storia è carina, nonostante sia scritta da Steve Orlando (Supergirl) e introduce al personaggio, che non è solamente uno che diventa piccolissimo e viaggia per le linee telefoniche, è anche quello che ha fantastiche avventure nel Microverso! La parte che amo, sia per le infinite possibilità che per l'avventura, sempre meno presente nella DC di oggi.
Fortunatamente il costume di Palmer è quello classico, per l'allievo vedremo, dalla copertina ricorda quello brutto ad armatura e casco con visiera trasparente che indossa Brando Routh in TV.
I disegni di Andy MacDonald non sono affatto di mio gusto.

martedì 7 febbraio 2017

Aquaman Vol 8 #14; The Flash Vol 5 #14; Titans Vol 3 #7

The Deluge parte 3, ancora un ottimo numero per Aquaman, in cui continua a mantenersi sulla sua convinzione anche se tutto va storto. Azione, morti importanti ma soprattutto il ritorno della Mera cazzuta!
Decisione estrema nel finale... e mo so' cazzi per il N.E.M.O.
Disegni di Philippe Briones molto belli!

Per Flash invece inizia Rogue Reloaded e lo fa in un albo carino che è tutta un'indagine del protagonista che vorrebbe rintracciare le canaglie (non mi piace l'adattamento italiano "Nemici").
Potrei cambiare idea su Williamson ma meglio non cantare vittoria.
Di Giandomenico invece questa volta l'ho trovato molto più digeribile.

Titans #7 lo devo eleggere miglior albo del mese, non tanto per la qualità, una storia carina come tante altre, bensì per l'incontro tra gli unici due supereroi che ricordano il mondo prima di Flashpoint.
Riporto quello che ho scritto nei commenti ad un articolo di BadComics.it:
Voglio un cazzo di mensile dedicato solo a Wally e Clark! Incentrato esclusivamente su di loro che come due vecchietti ricordano un passato di cui 'sti giovani d'oggi non sanno.
Per Dio, potrei abbandonare tutte le belle serie DC che sto seguendo solo per una cosa del genere!
Questo lo avevo scritto prima di leggere l'albo ma dopo averlo fatto la penso allo stesso identico modo!
Per quanto riguarda i disegni, con Lee Weeks non avrei potuto desiderare artista migliore!

lunedì 6 febbraio 2017

Injustice Gods Among Us #1-6

Avevo sempre snobbato questo titolo, probabilmente scambiandolo per l'adattamento all'altro videogioco, DC Universe Online.
Poi più girovagando per internet, più ne sentivo parlare bene, almeno della prima stagione (i primi 12 numeri scritti da Tom Taylor) e più mi incuriosivo, così ho recuperato i primi volumi, ho sfogliato il primo e mi ha convinto subito con la premessa che ricorda Irredimibile.
Una volta iniziata la lettura non sono riuscito più a scollarmi fino a che non ho visto la fine.
I disegni non sono sempre il massimo, i costumi dei supereroi fanno schifo al cazzo ma la colpa è dei designer del videogioco, non li hanno creati gli artisti della serie a fumetti, però il punto forte resta la storia, che è vero ammazza il sense of wonder rendendo questi semi dei molto più umani , però questo li avvicina molto più al lettore, che si impersona più facilmente nei personaggi in calzamaglia.
I momenti più salienti sono stati Attenzione Spoiler:
- quando dice a Batman che sarà il padrino del figlio e quest'ultimo sorride;
- quando trapassa il petto del Joker con un pugno;
- quando fa l'annuncio in mondovisione;
- quando preleva Atlantide e la porta in mezzo al deserto del Sahara
- la morte di Dick
e le conseguenze.
Il bello però è che non ci sono momenti lenti, noiosi o inutili, è tutto molto interessante.

Primo volume promosso a pieni voti.
Vediamo per il prossimo.

domenica 5 febbraio 2017

Ho appena commentato sul forum di Comics Views (Sons Of Anarchy prima stagione)

Post dal topic Sons Of Anarchy

Mio cuGGino me la consiglia da tempo immemore ma io ho sempre rimandato, aspettando che fosse conclusa.
Su Netflix l'hanno da poco messa tutta (fino a prima dell'estate arrivavano alle sesta stagione).
Suo fratello, sempre mio cuGGino, ha confermato che fosse bella.
Ieri ho iniziato, m'ha acchiappato come direbbe Jerry Calà, ho visto i primi 4 episodi di seguito.
Molto interessante per le trame e ben interpretata dagli attori.
Questo pomeriggio ne ho visto altri due episodi.

Ho solo un dubbio dovuto al doppiaggio italiano.
Da quel che ho capito Attenzione Spoiler: Clay è il vero padre di Jax. Gemma parlando col compagno gli dice "vorrei che prendesse le orme del padre giusto", riferito a Clay, non so perché sento che in inglese sia stato usato un termine ambiguo per lasciare nel dubbio lo spettatore, se invece mi usi "giusto" allora intendi chiaramente che non è il padre biologico ma quello più adatto. E con questo non si spiegherebbe perché abbia bruciato la foto del matrimonio con lei incinta, il defunto marito e di lato Clay, come se dalla foto qualcuno potesse chiaramente dedurre che ci fosse un triangolo e il padre del futuro bambino fosse incerto. Mi basterebbe mettere lingua e sottotitoli in inglese ma so' troppo pigro!

Detto questo, torno davanti il televisore per iniziare il settimo!

UPDATE 6/2/2017, 00:22:
Comunque un episodio tira l'altro, mannaggia la miseria, era da circa 4 anni che non mi capitava, da Breaking Bad.
Ho concluso il decimo e ho dovuto spegnere la TV a forza, rischio di fare nottata altrimenti.

UPDATE 6/2/2017, 21:09:
Ho concluso la prima stagione. Bello, bello, bello!
Sono curioso su chi sia la mendicante/barbona, quella a cui Gemma ha dato dei soldi per i suoi figli, la stessa che ha prestato la coperta a Jax nel finale di stagione.
Un angelo? Qualcuno del loro passato? Magari che conosceva J.T. Teller?

sabato 4 febbraio 2017

Ho appena commentato sul forum di Comics Views (Detective Comics #946 e #947)

Post nel topic DC Universe Rebirth

The Victim Syndicate parte 4, tutto molto bello, in particolare:
- flashback tra Batman e il personaggio dipartito durante la conclusione del primo arco narrativo.
- Clayface che prova a far sentire meglio Mudface col braccialetto che mantiene loro tizi d'argilla nella loro forma umana.
Spoiler sempre più odiosa e con quello che combina nel finale, supera sé stessa.
Eddie Barrows alle matite stupendo come sempre!

Finale. Sicuramente il miglior numero, bellissimo sia per come si conclude, sia per i dialoghi, sia per l'epilogo tra Clayface e la sua prima vittima ma soprattutto suspense per le ultime tavole, con Attenzione Spoiler: Red Robin che cerca di scappare dalla prigione in cui lo ha portato Mr. Oz ma quando sembra esserci riusciti, si ritrova in cella.
Disegni di Alvaro Martinez spettacolari! A parte forse la quinta tavola dove Batman sembra un gigante dietro a Spoiler.

venerdì 3 febbraio 2017

Action Comics #970 e #971

Men Of Steel parte 4.
Jurgens accenna al vero Lex, il pre-FP e riprende le origini di Johns, purtroppo!
Inoltre viene svelato il passato di L'call, il motivo per cui è diventato l'ammazzadei. Non sapevo che col reboot fosse stato toccato anche l'aspetto di Darkseid e se non si ha rispetto manco per i personaggi creati dal re, non ce ne è più per nessuno. Comunque restyling orribile!
In parallelo sempre piacevoli le brevi parti dedicate a Lois, Jon e il misterioso Clark.
Svolta finale anche se sa di bluff.
Zircher alle matite lo trovo in calo.

Bella anche la quinta parte di questo story arc, dialogo interessante tra Supes e Lex, accenni al passato di entrambi che ho apprezzato dato che un ripasso non fa mai male ma la parte più bella, che si svilupperà nella conclusione sul prossimo numero, ovvero che fuggendo "sono finiti" (tra virgolette perché non è stato per caso) su un pianeta con una stella rossa. Continuo sempre a ritenere idiota l'idea che un sole rosso privi i kryptoniani dei loro superpoteri, semplicemente non dovrebbe darglieli/ricaricarli ed essendo delle batterie viventi, col tempo andrebbero con l'esaurirsi (dice niente L'Ultima Notte?).
Per le parti dedicate a Lois, Jon e il misterioso Clark, idem come sopra.
Disegni di Stephen Segovia molto belli.

giovedì 2 febbraio 2017

New Super-Man #6; Trinity Vol 2 #4

Si conclude il primo story arc del Superman cinese e lo fa con un numero tutto azione e non mi riferisco solo alle scazzottate. Il salvataggio dell'aereo dirottato è da film di spionaggio o di terrorismo.
Bat-Man e Wonder-Woman ormai si sono confermati delle persone simpatiche e non solo per il protagonista ma anche per il lettore.
Dopo un finale toccante, c'è l'ultima pagina lascia a bocca aperta anche se sapremo che la vicenda non verrà ripresa subito.
Confermo questa serie come una delle più piacevoli da leggere del Rebirth.

Non avevo aspettative alte per il quarto numero di Trinity, sapendo che sarebbe stato dedicato alla fantasia di Wondy, invece mi sono dovuto ricredere. Non al livello dei primi tre ma si lascia leggere con vero piacere.
Finale un po' scontato, questo villain ce lo stavamo aspettando tutti fin dal primo numero. Comunque noto che solo Superman lo ha riconosciuto, quindi in questa linea temporale ancora non si era mai visto e probabilmente si tratta dell'originale e non del figlio. Però mi aspettavo di vederlo fuori e non dentro questi "sogni".
Alle matite la migliore tappabuchi che la DC Comics abbia nella sua schiera, la nostrana Emanuela Lupacchino. Mi chiedo quando le daranno una serie tutta sua... viene sbattuta a destra e a manca senza una fissa dimora.

mercoledì 1 febbraio 2017

Ho appena commentato sul forum di Comics Views (Aquaman Vol 8 #13; The Flash Vol 5 #13; Titans Vol 3 #6)

Post nel topic DC Universe Rebirth

Aquaman #13 bello, bello, bello! Dopo 6 mesi per me questa può tranquillamente considerarsi la migliore serie Rebirth. Anche questo mese non mancano i colpi di scena, interessanti interazioni con gli altri supereroi, quelli della Lega della Giustizia in questo caso, un'adorabile Mera raggirata dalla "perfida strega" (per modo di dire, sicuramente la madre superiora della vedovanza agisce a fin di bene), il tutto con dei bei disegni di Scot Eaton.
Però non mi è chiara la vignetta che riporto sulla destra. Sono interiora del tizio che gli è esploso davanti o si sta soffiando il naso come fanno i calciatori?

Flash #13 invece ci offre un racconto di Natale, nonostante sia uscito il 28 (solitamente questo periodo viene usato per raccontare la notte di San Silvestro) ma si può leggere in qualsiasi momento dell'anno avendo poco spirito natalizio.
Incentrato sull'altruismo di Kid Flash che vuole a tutti i costi far passare una tranquilla serata alla zia ed al suo amico Barry. Non mi sembrava vero quando l'ho letto ma Attenzione Spoiler: ci è riuscito! Adorando i momenti in cui i supereroi non sono in maschera, non ho potuto che apprezzare questo risvolto. Questi momenti purtroppo sono minori rispetto a quelli dedicati al giovane velocista, ciononostante la parte dedicata a quest'ultimo è molto carina.
Ebbene sì, questa è una delle rare volte in cui promuovo questa serie, anche se i disegni di Neil Googe non mi sono piaciuti granché.

Finisce The Return of Wally West su Titans #6 e lo fa nel migliore dei modi.
Spero solo di aver capito male quando Wally si trova dentro la Speed Force e parla con una Linda creata dal suo subconscio.
Spero sia inteso nel senso di buttarsele alle spalle e non di dimenticarle, la cosa è ben diversa. La mia più grande paura per questo Rebirth è che anche lui, come Barry, col tempo dimentichi tutto.
Una volta che sarà risolto il mistero di Mr. Oz e della spilla degli Watchmen, la memoria adda torna' a tutti! Possibilmente con gli anni mancanti.
E per restare in tema, abbiamo la conferma che Attenzione Spoiler: dietro ad Abra Kadabra ci sia Manhattan, come era scontato, il far sparire Wallace non è stata tutta farina del suo sacco.
Brett Booth alle matite non mi fa impazzire, bei volti per le donne ma deformi per gli uomini.